• Per cogliere, al di là dell'obbligo, l'opportunità.

    Il corso, dedicato ad amministratori e tecnici, analizza nel dettaglio gli obblighi di gestione associata delle funzioni e dei servizi fondamentali da parte dei piccoli e piccolissimi comuni.

    La legge ha fissato due scadenze per l’adempimento: il 31 dicembre 2012 per le prime tre funzioni fondamentali e il 31 dicembre 2013 per le restanti sei. Il mancato adempimento è sanzionato con misure di carattere finanziario e con l’esercizio del potere sostitutivo del governo attraverso il commissariamento degli enti inadempienti.

    Sebbene gli obblighi di legge riguardino solo i comuni più piccoli, il tema della gestione associata può interessare anche quelli di maggiori dimensioni per le opportunità di miglioramento che offre nella quantità, qualità ed efficienza dei servizi pubblici locali.

    Dopo aver inquadrato la materia dal punto di vista normativo, approfondiremo:

    • le funzioni che bisogna gestire in forma associata e i relativi servizi, individuando le soglie demografiche minime da rispettare, e quelle escluse dagli obblighi;
    • le forme associative che possono essere utilizzate (unioni, convenzioni e consorzi), analizzando caratteristiche, punti di forza e di debolezza di ciascuna;
    • l’impatto sulle risorse umane, finanziarie e patrimoniali dei comuni coinvolti;
    • le problematiche di carattere organizzativo e le principali metodologie per affrontarle e risolverle.

    Indice: Introduzione | 1. Il quadro normativo | 2. L’obbligo di gestione associata delle funzioni fondamentali per i piccoli comuni | 3. Le funzioni fondamentali e le altre funzioni | 4. Le forme associative: caratteristiche, differenze, punti di forza e di debolezza | 5. L’impatto sul personale e sul bilancio dei comuni | 6. La transizione organizzativa: problematiche e metodologie di analisi.

    A cura di:

    Marco Orlando, funzionario amministrativo responsabile dell’Ufficio Studi e Ricerche della Provincia di Torino, Consulente giuridico per l’ANCI Piemonte e componente dell’Osservatorio Piemontese sulla Riforma Amministrativa. È formatore, relatore ed autore di pubblicazioni in materia di ordinamento e sviluppo organizzativo degli enti locali.

    Matteo Barbero, avvocato e dottore di ricerca in diritto pubblico, lavora per la Regione Piemonte, collabora con diversi atenei italiani ed è stato professore a contratto di diritto pubblico presso il Politecnico di Torino. Collaboratore fisso del quotidiano Italia Oggi, è autore di numerose pubblicazioni in materia di contabilità e finanza locale. Per Alma ha curato la Guida pratica per la P.A. al Patto di stabilità interno per gli enti locali 2013-2016.

    youtubeVideo d'introduzione al corso

    Corso a pagamento, accesso riservato agli utenti registrati.
    Sei interessato a questo corso? Scrivi a posta@alma-spa.it.